COL SENNO DI POI….

 In Innovazione, Qualità, Sicurezza
Mother applying cream on baby after bathing in room

Qualche mese fa, navigando in rete abbiamo letto su un forum inglese un post in cui parlavano delle cadute dal fasciatoio. Tra le mamme coinvolte nella discussione ce n’era una che ha colpito la nostra attenzione perché si lamentava di aver dovuto spendere per la sua bambina 300 sterline (circa 350 euro) in visite specialistiche post-trauma da caduta. Ovviamente non le sono mancate le critiche per questa sua frase, perché in un articolo dove si discute delle conseguenze dei traumi e di come possano succedere, non è moralmente accettabile pensare a quanto ti costa far visitare tua figlia, per un problema che in parte è dovuto ad una tua distrazione. Per carità, può succedere a chiunque, ma poi non ci si può lamentare per delle visite mediche più che necessarie.
Tra le diverse critiche ricevute, c’è stata anche una mamma che le ha chiesto che fasciatoio avesse comprato. Dopo qualche giorno le rispose che aveva un semplice fasciatoio-cuscino in gomma con le sponde rialzate da 49 sterline, che lei aveva messo sopra un mobile in camera. Per quanto l’inglese non è la nostra lingua, il tono di tutta la conversazione (che sopra abbiamo riassunto) sembrava di chi si lamentasse che quelle sponde erano state quasi inutili, dopo che lei aveva speso ben 49 £ (55 euro).
Ora, non so quale possa essere la vostra reazione ad una simile conversazione, ma la nostra prima idea è stata: ma con 50 euro, cosa pensavi di avere? E soprattutto, pensi davvero che delle piccole sponde in gomma alte 5 cm possano veramente fermare il movimento di una bambina di 6-7 mesi? Io da genitore ho sempre avuto timore quando mio figlio era sul fasciatoio e non ho mai capito come potessero essere considerate a norma tali sponde. E infatti da questa paura (e dai racconti di alcuni amici e conoscenti ai quali il figlio era caduto e in qualche caso con gravi conseguenze) che è nata l’idea di sviluppare un fasciatoio con un sistema di sicurezza che potesse evitare il peggio in caso di mia distrazione. Questo non vuol dire che posso permettermi di lasciare mio figlio sopra il fasciatoio per andare cucinare o per pulire la casa, ma se mi devo spostare 10 secondi per recuperare qualcosa, posso farlo avendo la certezza che mio figlio non cadrà dal fasciatoio.
Tra l’altro, tornando al caso della signora, ci viene da pensare che forse i 350 euro che ha dovuto spendere in visite per la figlia, forse sarebbe stato meglio investirli in un prodotto più sicuro… Avrebbe risparmiato lei ma soprattutto non avrebbe messo in pericolo l’incolumità della persona più preziosa che un genitore ha…
…Chissà se la signora avesse saputo di DIEGHINO®